venerdì 26 settembre 2008

Bussolano con uva bianca e nera

Questa ricetta ce l'ho da un anno lì che mi aspetta...... l'ho presa da SALE E PEPE di ottobre 2007 e ogni volta che mi capitava il giornale davanti dicevo "adesso la faccio" "adesso la faccio" .... e poi non la facevo mai :-). Quindi è passato l'inverno, l'uva non c'era più e adesso che è piena stagione mi sono detta "o adesso, o mai più".
E' una ricetta tipica lombarda, credo della zona di Mantova, e da quello che ho letto si può fare con o senza uva. Io non ho mai fatto un dolce con l'uva, a parte le crostate di frutta, e siccome mi piace moltissimo o voluto provare a fare questo :-)



Mentre controllavo gli ingredienti ho visto tra gli ingredienti "un bicchiere di vino dolce".... bho .... per me il vino è frizzante o secco .... Quindi ho chiesto consiglio su alf e alla fine ho deciso per il marsala, che è l'unico che ho in casa. Rileggendo bene, sulla pagina del giornale a destra della ricetta, specifica il tipo di vino, ovvero la Bonarda dell'Oltrepò.... la prossima volta vedrò di trovare questo vino per sentire la differenza.



In tutto quello che ho detto, non ho chiarito se è buono o no.... è OTTIMO, il Marsala ci sta benissimo, e penso che lo metterò anche nei miei prossimi ciambelloni. La ricetta è questa:
250 gr farina 00
150 gr fecola
150 gr burro
150 gr zucchero
3 uova
un limone non trattato grattugiato
una bustina di lievito
1 bicchiere (io ne ho messi 3/4) di vino bianco dolce
200 gr di uva bianca
200 gr di uva nera
granella di zucchero
sale
Lavorare il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere un composto soffice, poi unire i tuorli, il limone, il vino e la farina setacciata con la fecola e il lievito.
Mescolare bene gli ingredienti e poi unire gli acini d'uva lavati e asciugati (io li ho divisi a metà per eliminare i semini). Montare gli albumi con un pizzico di sale e amalgamarli delicatamente al composto.
Imburrare e infarinare uno stampo a ciambella diametro 26 cm, verasrvi l'impasto, la granella di zucchero e cuocere in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti.





6 commenti:

ricettina ha detto...

Bellissima ricetta, penso che proverò a farla anche io!!! ciao e complimenti!

mikki ha detto...

grazie, fammi sapere se ti è piaciuta!!

Onde99 ha detto...

Che bello questo ciambellone! Hai usato l'uva apposita per dolci (in Toscana si chiama "uva per schiacciata") o quella da tavola normale?

mikki ha detto...

sulla ricetta non era specificato, ed io ho usato uva da tavola normale, non sapevo neanche l'esistenza di un'uva apposita per dolci.....ciao !!!!

Pippi ha detto...

hu che buona!!!! mi sono fatta un giretto sul tuo blog ma sai che ci sono delle ricettine niente male??? ti linko subito un bacio a presto Pippi

barbara ha detto...

Mamma mia.. è un invito a nozze, complimenti!